La Mandorla
Moscato d'Asti

La coltivazione del vitigno Moscato nella zona di Asti è antichissima, come attestano alcuni documenti del comune di Canelli risalenti al secolo XIII. 
Per ottenere un buon Moscato d’Asti è importante mantenere intatto e fragrante il sapore dell'uva. Alla pressatura soffice delle uve segue la fermentazione alcolica in autoclave a temperatura controllata che dona al Moscato d’Asti una naturale e leggera effervescenza.
Insuperabile vino da dessert, è splendido in tutte le occasioni.
Temperatura ideale di servizio: 8 - 10°C
 

Nome  

La Mandorla

Vitigno   

Moscato 100 %

Esposizione

Sud

Forma di allevamento  

Guyot

Vendemmia

Inizio settembre

Fermentazione malolattica

Non svolta

Colore   

Giallo paglierino con riflessi verdi

Profumo  

Sentori di fiori bianche, salvia e pesca

Gusto 

Dolce, fresco e aromatico